L’alluce valgo è una deformità caratterizzata da deviazione mediale del I osso Metatarsale e deviazione esterna con rotazione da parte del I dito.
Con l’evolversi della deformità si verrà a presentare un’alterazione fra i rapporti anatomici articolari, tale da favorire l’insorgenza di borsite (volgarmente chiamata “cipolla”) accompagnata da tumefazione, gonfiore, dolore anche a causa del ripetuto conflitto con la calzatura.
Il cambiamento della struttura ossea di questo distretto induce a catena alterazioni anche nelle dita minori (II e III dito),spesso oltre al valgismo dell’alluce infatti si riscontra presenza di dita in griffedita a martello che non fanno altro che aumentare i conflitti intra-articolari e con la tomaia della scarpa.

Causa

La causa principale è di origine biomeccanica (cattivo appoggio del piede), altri fattori predisponenti sono la presenza di diabete mellito, patologie reumatologiche, alterazioni neurologiche, una componente di familiarità e infine vanno considerati anche fattori estrinseci come l’utilizzo costante di calzature strette in punta e rigide sia nella vita quotidiana che nell’attività fisica.

L’alluce valgo è una problematica progressiva, se non trattata con le tempistiche giuste, non può che peggiorare nel tempo.

 

Trattamento

Nelle fasi iniziali, il trattamento consiste nel correggere la meccanica del piede tramite utilizzo di ortesi plantare.

Negli stadi più avanzati, l’approccio terapeutico sarà mirato esclusivamente alla riduzione della sintomatologia.

Terapie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

PER RIMANERE AGGIORNATO SULLE ATTIVITÀ DELLO STUDIO