È una disfunzione biomeccanica del piede, caratterizzata da importante abbattimento della volta plantare medialmente.

Questo atteggiamento del piede, se non trattato, può favorire l’insorgenza di alterazioni scheletriche sia podaliche che sovrasegmentarie:

  • alluce valgo
  • alluce rigido
  • metatarsalgia
  • neuroma di Morton
  • deformità digitali
  • tendinopatia del tibiale posteriore e del tibiale anteriore
  • fascite plantare
  • alterazioni posturali su distretti sovrasegmentari (ginocchia, anca, rachide, cervicale)

La diagnosi è clinica si avvale di numerosi test biomeccanici e posturali.

Tramite ortesi plantare si può controllare una pronazione anomala, lo scopo sarà quello di prevenire l’insorgenza delle complicanze elencate precedentemente.

Terapie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

PER RIMANERE AGGIORNATO SULLE ATTIVITÀ DELLO STUDIO