I piedi sono come fiocchi di neve, nessuno è uguale all’altro.

Si avvicina la stagione delle prime sciate, e dato che ogni persona ha un piede differente dalle altre, non è facile trovare un modello di scarponi perfetto. Inoltre, purtroppo, sono poche le aziende che producono scarponi di diversa larghezza e volume, la maggior parte degli scarponi sono concepiti in modo standard.

Ecco qualche consiglio su come scegliere lo scarpone più adatto a te:

1. Individua il tuo livello di sciata. Esperto, intermedio, principiante?

2. Identifica la larghezza e il volume dei tuoi piedi cercando di capire se il tuo piede ha la pianta stretta, media o larga; 

3. Definisci se hai un piede di ampio, normale o ridotto volume.

Una volta avuti questi primi dati, rivolgiti a un negozio specializzato, e orientati verso uno scarpone con uno scafo in grado di contenere il tuo piede senza comprimerlo eccessivamente, ma contenendolo. Se la struttura dello scarpone non è adatta sentirai immediatamente i diversi punti in cui il piede tocca contro zone dure. Questo contatto col passare delle ore si trasformerà prima in fastidio e poi in dolore (di solito a fine giornata), pensa soprattutto a tutte le sollecitazioni che il tuo piede subirà durante le giornate sulla neve. 

Quando hai calzato il piede nello scarpone, prova a chiudere gli allacci. Se lo si chiude ben stretto ma facilmente, è probabile che lo scarpone non si addica al tuo piede. In negozio infatti il piede sarà al caldo e dilatato, e così anche la plastica dello scarpone. Sulle piste invece il piede avrà un volume ridotto a causa del freddo e la plastica si irrigidirà. Conviene quindi valutare al meglio il margine di chiusura dell’allaccio per ottenere un’ottima tenuta durante la sciata; piede, caviglia e scarpone devono essere compatti l’uno con l’altro per garantire più stabilità possibile.

Infine, per capire se lo scarpone si addice al vostro piede, mentre lo indossate provate a stare dritti in piedi, le dita dovranno sfiorare la punta dello scarpone; mentre flettendo le ginocchia le dita non dovranno più toccare lo scarpone.

Ti è piaciuto questo articolo? Metti Mi Piace alla pagina Facebook per rimanere aggiornato sulle attività dello studio o lascia una recensione

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

PER RIMANERE AGGIORNATO SULLE ATTIVITÀ DELLO STUDIO