L’unghia incarnita, o ONICOCRIPTOSI dal greco onyx = unghia e kryptos = nascosta, è l’unghia i cui angoli o lati penetrano dolorosamente nel tessuto del solco ungueale provocando dolore, arrossamento, infiammazione e spesso anche infezione. Nell’80% dei casi l’unghia incarnita si presenta unilaterale e colpisce soprattutto l’alluce.

CAUSE 

L’unghia incarnita può essere causata da:

Unghia tagliata in modo scorretto

Un taglio errato dell’unghia favorisce l’insorgenza di spigoli/angoli acuti e taglienti; ciò crea inevitabilmente lesioni nel tessuto peringueale.

Predisposizione

La forma stessa della lamina può talvolta indurre verso la formazione di un’unghia incarnita: es. unghia a tegola o a pinza, un unghia con curvatura molto accentuata. In questi casi, è sufficiente anche un banale trauma per evolvere in unghia incarnita.

Alluce valgo

La presenza di questa deformità favorisce infatti il conflitto fra I e II dito oltre che contro la tomaia della calzatura; tutto ciò può mandare in sofferenza il solco ungueale e l’unghia stessa che subirà eccessiva pressione ad ogni passo effettuato.

Calzature sbagliate 

Calzature troppo corte, troppo a punta o con una tomaia bassa e rigida, costringono le dita e causano microtraumi continui.

Scarsa igiene 

Scarsa igiene, onicomicosi, interventi chirurgici malriusciti a carico delle unghie. Sono tutte situazioni che possono favorire la formazione di un’unghia incarnita e di eventuali recidive.

Sudore 

Anche l’eccessiva sudorazione dei piedi, o lo stare a lungo con i piedi in “ammollo”, sono fattori che possono favorire l’unghia incarnita portando infatti ad una devitalizzazione/perdita di elasticità dei tessuti che, indeboliti, non oppongono resistenza contro la lamina dell’unghia.

SINTOMI 

I sintomi e i segni più comuni possono essere:

– Dolore

– Rossore e gonfiore

– Edema

– Pus

– Vescicole

COSA FARE 

Il consiglio è di contattarmi subito per una visita, senza ricorrere al fai da te, che potrebbe solo peggiorare la situazione. Se non si agisce subito, la lamina ungueale andrà a lesionare progressivamente la cute del solco peringueale durante la sua crescita.

PREVENZIONE 

L’unghia incarnita si può evitare facilmente.

1. Impara a tagliare le unghie dei piedi correttamente: mai ad arco o in senso trasversale, ma orizzontalmente.

2. Ricorda di mantenere un’igiene accurata.

3. Se presenti deformità scheletriche dell’avampiede e/o delle dita utilizza una scarpa con tomaia alta-stondata-elastica, mentre a domicilio una ciabatta aperta o con tomaia morbida, il tutto per limitare i microtraumismi che si sviluppano quando camminiamo.

Ti è piaciuto questo articolo? Metti Mi Piace alla pagina Facebook per rimanere aggiornato sulle attività dello studio o lascia una recensione

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

PER RIMANERE AGGIORNATO SULLE ATTIVITÀ DELLO STUDIO