Tutti i bambini nascono con i piedi piatti, questo perché l’arco plantare si sviluppa poco alla volta con la crescita. Inoltre, mentre impara a camminare, il bambino ha bisogno di una base d’appoggio il più ampia possibile ed il piede piatto diventa un vantaggio. Parlare di piede piatto nel bambino che ha meno di 6 anni è precoce.

Quando il piede diventa “adulto”

Dai 10 mesi di vita fino ai 3-4 anni il bambino ha un valgismo di 12-15°, che si stabilizzerà attorno ai 5-7° solo dopo i 5-6 anni. Il piede piatto solitamente si corregge naturalmente quando i muscoli si rafforzano e i tessuti molli si irrigidiscono. L’altezza dell’arco nel piede aumenta con l’età, solo tra i 6 e i 12 anni il piede inizia a diventare un piede adulto.

È quindi importante nei bambini fare una prima visita ortopedica di controllo intorno ai 5-6 anni di età, momento in cui l’arco plantare si sta formando come struttura stabile.

Come si cura il piede piatto del bambino

Nel caso venga posta diagnosi di Sindrome Pronatoria associata a piede piatto valgo, si può realizzare un plantare personalizzato realizzato dall’impronta del piede o una soletta posturale che verrà inserita nella solita scarpina di tutti i giorni.

In casi più gravi, sarà necessario abbinare una consulenza Ortopedica Chirurgica.

Ti è piaciuto questo articolo? Metti Mi Piace alla pagina Facebook per rimanere aggiornato sulle attività dello studio o lascia una recensione

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

PER RIMANERE AGGIORNATO SULLE ATTIVITÀ DELLO STUDIO